Allegra scopre come disinfettare i vestiti dei neonati: è diventata mamma!

Allegra sposa novella
luglio 12, 2016

Allegra scopre come disinfettare i vestiti dei neonati: è diventata mamma!

Vado a dormire. Mi sento stanca, tanto stanca. La pancia mi scoppia e mi sembra che ormai arrivi fino alle ginocchia. L’amato coniuge russa amenamente accanto. Provo a dargli un colpetto, due colpetti, qualche calcio ben assestato sotto le lenzuola, ma niente. La locomotiva a vapore non cessa.

Ho mal di pancia, vado in bagno e per la strada verso la stanza mi accorgo che mi si sono rotte le acque!!! AIUTOOOOOOO!

In un grido, l’amato coniuge è in piedi. Il mio mal di pancia si sta velocemente trasformando in un dolore forte e intenso che va e viene a intervalli regolari. Ci siamo … ed è PANICO!!!!!

– Prendi la valigia! –
– Dov’è? 
– Prendi la borsa mia e le chiavi dell’auto! 
– Dove sono? –
–  Avvisa il ginecologo che stiamo arrivando!  
– Dove lo chiamo?  
– Avvisa mia madre! 
– Dove sta tua madre?
– Chiudi casa!
–  Quale casa???

E mentre “mettiamo a punto” una scena che abbiamo immaginato e persino provato un milione di volte (per la cronaca ci sono biglietti appesi dovunque con le ultime istruzioni e luoghi di ritrovo per fughe improvvise!!!), mi ritrovo fuori con la valigia, vestita, con le chiavi dell’auto, la borsa in spalla, il borsone nell’altra mano e un piede incastrato nella cellula fotoelettrica dell’ascensore per bloccarlo. Dell’amato coniuge neppure l’ombra… è scappato in bagno anche lui! 

Di tutto quello che è avvenuto dopo ricordo solo di essere stata lasciata seduta nel vaso ornamentale di una pianta per strada (unico posto disponibile) sotto casa, in attesa che il maritino recuperasse l’auto incastrata nel parcheggio; una corsa in ospedale; una notte interminabile a contare le contrazioni con l’amato coniuge che respirava come un mantice accanto a me (lui sostiene che mi abbia aiutato nella respirazione andando in sincrono, io dico che gli ci voleva un sedativo per l’attacco di panico); poi la sala parto e il canonico “SPINGI FORTE”.

Alla fine è stato come se mi stappassero qualcosa dalla pancia, 5 minuti e mi sono ritrovata il culetto di un cicciobello appeso per i piedi davanti a me. Vagiti, pianto liberatorio, risata di felicità, baci e carezze infinite: è nato mio figlio! 

Io sono a pezzi ma ho sentito dire che mi è andata fin troppo bene! Il padre ha avuto bisogno di un calmante…

Tre giorni dopo sono a casa e ricomincia la mia nuova vita. Madre, suocera, sorelle, cognate, amiche e una pletora infinita di neo e vecchie mamme mi assistono e mi consigliano praticamente su tutto.

Tra le varie discussioni: come rendere asettica e sterilizzata casa, bucato compreso. Ma tra tutti i prodotti in commercio io ho già la mia ricetta biologica: l’olio di Tea Tree o Malaleuca. Bastano 5 gocce : mettete un cucchiaio di olio tea tree in una bottiglia di 1 litro di alcool bianco per liquore, lasciate riposare una settimana in una bottiglia scura e poi lo potrete utilizzare nel lavaggio, 1 o 2 cucchiai per ogni 5 kg di bucato da unire al vostro normale detersivo. E la robina del pupetto è disinfettata!

LEGGI ANCHE: Come lavare i vestiti del tuo bebè

Scopri qui tutti i prodotti della linea MISTER MAGIC®

Send this to a friend