Allegra brucia i polipetti di mammà

Allegra sposa novella
febbraio 3, 2015

Adoro i polipetti, quelli di mammà in special modo!

Stasera mi cimento con il pesce…. Non sono una cuoca esperta ma ci voglio provare con i polipetti di mammà! Per l’occasione ho invitato qualche vecchio amico e ho messo in frigo due bottiglie di vino bianco particolari.

Voglio preparare tutto per bene. Così mentre i miei polipetti cuociono a fuoco lento sui fornelli, mi dedico a sistemare tutto, fino a quando…. mi rendo conto di una nebbia puzzolente che viene dalla cucina: ho bruciato i polipetti! Un chilo e mezzo di polipetti (pure con quello che costano) incrostati definitivamente sul fondo della pentola.

Siete mai riuscite a bruciare il polpo grande o piccolo che sia? Se la risposta è sì, allora avete un’idea della puzza nauseabonda che gira per casa mia, tende e tappezzeria compresa! E’ persino incrostata alle pareti!

E ORA???

Attacco applique per gli odori in ogni dove, spruzzo un po’ di profumo qua e là, apro le finestre, respiro… e attendo.

– Amooooore – è il gridolino di rientro del desaparecido con evidenti sensi di colpa.

Io taccio.

– Amoooooooore, …..  ma che cavolo è successo?! – Il fuggiasco deve aver fatto un respiro di troppo. Ora giace sul pavimento esanime!

L’unica cosa carina è stata la faccia degli amici, ai quali è stato servito, tra l’altro, una strana purea informe: tutto ciò che si è potuto salvare dei stramaledetti polipetti.

Tra le facce sgomente degli invitati, lunica voce amica è stata quella di mia madre

– Non ti preoccupare tesoro, sono comunque buonissimi – lo ha detto allungando una mano verso il bicchiere d’acqua nel tentativo di mandare giù. Ma si sa, le mamme sono sempre le mamme. 😉

Non penso che cucinerò mai più polipetti per i prossimi cento anni ma, se qualcuna di voi si volesse cimentare, questa è la ricetta.

Sistemate i polipetti (più piccoli possibile) lavati sul fondo di una pentola larga. La mamma usa ancora quella di coccio. Aggiungete un buon giro di olio extravergine di oliva, sale q.b., capperi, aglio a pezzettini e pomodorini spaccati a metà. Coprite con carta (tipo quella scura che si usa ancora per imbustare il pane), mettete il coperchio e fate cuocere a fuoco lento.

Il segreto, alla fine dei conti, è tutto qui: il polpo si cuoce nell’acqua e nel vapore suo. Scoprite quando cominciate a sentirne l’odore, né un attimo prima, né un attimo dopo, e girate finendo di cuocere.

Ditemi poi se siete riuscite a cogliere questo benedetto attimo fuggente.

I polipetti di mammà sono meravigliosi!

E voi avete qualche altra ricetta da consigliarmi? Magari mi torna la voglia dei polipetti! 🙂

Scopri qui tutti i prodotti della linea MISTER MAGIC®

 

Send this to a friend