lavare tende sintetiche

Come lavare le tende: il trucco per non rovinare le frange!

Allegra sposa novella
luglio 26, 2017

Nel vortice di un giorno di ordinaria follia, Allegra trova pace e soddisfazione in una cosa sola: lavare le tende di casa! Utilizzando un trucco di sua mamma, santa mamma!

La vita è piena di sorprese, ma ci mettiamo certamente del nostro! Accade così che l’uomo che ho sposato mi chiami dall’ufficio.

Lui: “C’è qualcosa che non va. È da stamattina che ho una pupilla dilatata e ormai non ci vedo più”. 

Mi precipito a casa (e sono i primi 50 km a velocità supersonica) dove trovo il coniuge malato bocconi sul letto. Ne vinco le prime riottosità e lo carico in auto in direzione Pronto Soccorso (e sono altri 30 km, sempre alla velocità del suono).

Il Pronto Soccorso

La dottoressa al Presidio medico di emergenza: “Signora, è chiaramente un fatto oculistico e forse neurologico, ma noi QUI non abbiamo né il neurologo né l’oculista” (e che ci state a fare? Penso).

In preda al panico, torno verso casa (altri 30 km) per portarlo in un altro ospedale. Ma l’uomo che ho sposato è ormai sfiduciato e impone di esser riportato tra le mura domestiche. Ad altezza farmacia, un lampo di genio: “Almeno fatti misurare la pressione!”, ruggisco io.

La pressione risulta regolare, inspiegabili restano i battiti cardiaci oltre il centinaio al minuto. L’amato coniuge se la sta facendo sotto, è chiaro! E’ ormai allo spasimo, cammina a stento trascinando i piedi, mormorando il suo testamento spirituale. Lo infilo di nuovo in macchina e mi dirigo alla velocità della luce – quella del suono è troppo lenta ormai – verso un altro ospedale dall’altro capo della città (ulteriori 50 km) dove non c’è l’oculista!

LEGGI ANCHE Preparare la valigia: il metodo rivoluzionario salva-spazio

Da informazioni rese via cavo da parenti e amici, pare che questo specialista dell’occhio sia in un altro ospedale sito in uno delle stradine più impervie del centro storico. Opero un repentino cambio di rotta, che neppure in Hazzard hanno mai visto. Raggiungo il punto più prossimo dove, mollata l’auto, butto il coniuge ormai inerte su un taxi che ci porta all’ambito Pronto Soccorso.

La visita

Siamo il n. 74 in attesa, servono il n. 55: mio dio!!! Provo a richiamare l’attenzione di un infermiere ma non accade nulla. Quando ormai le speranze sembrano svanire, arriva inatteso uno spiraglio. Un medico amico, incontrato per puro caso. E’ lui, il nostro salvatore, che appresa la gravità del caso, ci porta subito dal Professor Tal dei Tali.

Il Prof: “Che succede?”. E il coniuge in un fil di voce spiega.
Il Prof:  “Ha assunto medicinali?”

E qui l’amato coniuge, con un ultimo sforzo, tira fuori dalla sua borsetta una boccetta di strane dimensioni e colore che non reca etichetta alcuna.
“Ho messo solo le lacrime artificiali. mi bruciava l’occhio”, così parla il discentente dell’Autralopitecus Africanus.
Dopo un attimo di silenzio, esplode il Prof. Tal dei Tali: “ATROPINA!”.

Chiamasi “atropina” un noto medicinale utilizzato per visite del fondo oculare che produce l’effetto della dilatazione della pupilla! Taccio per decenza sulla legittima reazione del Prof Tal dei Tali, del medico amico e soprattutto sulla mia.

LEGGI ANCHE Coperta patchwork, come realizzarla con vecchi tessuti: scopri l’idea originale di Allegra

I più magnanimi tra amici e parenti hanno suggerito di colpire l’amato coniuge, nell’occhio buono però! Ecco perché, ora io ho due possibilità: accanirmi sull’amato coniuge o trovare un diversivo. Opto per la seconda e mi affogo sulle tende, anche quelle con le frange. Smonto tutto e mi metto a lavare le tende. E siccome le frange sono da sempre il terrore dei lavaggi, ecco qua il trucco di mamma mia che ne sa sempre una più del diavolo!

Come lavare le tende con le frange: il trucco della mamma!

Per lavare le tende, infilate le frange in una federa di cuscino bianca, legate stretto stretto con un laccio, e buttate tutto in lavatrice. Lavaggio a freddo con il minimo della centrifuga possibile (se la potete evitare anche meglio).

Usate pochissimo detersivo liquido per capi delicati e aggiungete qualche goccia di balsamo (quello per capelli!). Finito il lavaggio, appendete subito le tende e lasciatele asciugare così. E vi risparmiate anche il ferro da stiro!

Ciao a tutti e occhio alle etichette!!! 😃

Scopri qui tutti i prodotti della linea MISTER MAGIC®

 

Send this to a friend