Risparmio d’acqua? Non serve la bacchetta magica!

Ecologia
marzo 1, 2013

Indubbiamente siamo un Paese ricco d’acqua, anche se al Sud le esigue precipitazioni spesso fanno soffrire la siccità alla popolazione. In ogni caso, l’acqua è un bene prezioso, che dovremmo imparare a rispettare maggiormente.
Un po’ di strada è stata fatta, ma c’è ancora molto da fare. Parte della responsabilità su un utilizzo cosciente senza sprechi dipende anche dal singolo cittadino e alcuni accorgimenti riguardano proprio la vita di tutti i giorni.
Ecco alcuni consigli per risparmiare quei fatidici 200 litri pro capite al giorno (più di una vasca piena) che consumiamo noi italiani (siamo sopra la media Ue). L’uso dello sciacquone a doppio pulsante, per esempio, è un buon metodo e l’installazione di una cassetta di 6 litri (anziché di 10) fa risparmiare a una famiglia media circa 40 m3 (40.000 litri) all’anno.
Altra trovata è l’utilizzo dei riduttori di flusso nei rubinetti, che diminuiscono la quantità di acqua che esce. Oppure, gli aeratori, cioè dei filtri facili da inserire, che mescolano l’aria all’acqua, creando un getto più leggero ma altrettanto efficace.
Un metodo, invece, davvero semplice da adottare è l’uso della doccia al posto della vasca da bagno: con la prima, risparmi circa un terzo dei litri necessari a riempire la vasca (150). Inoltre, la manutenzione è la miglior prevenzione: ricorda che un wc o un rubinetto che gocciola perde circa 100 litri al giorno! Quando poi ti lavi mani, viso, denti, apri il rubinetto solo quando è estremamente necessario, senza lasciare scorrere l’acqua inutilmente (esempio: se ti lavi i denti con l’acqua che scorre, consumi 30 litri, senza lasciarla scorrere, ne consumi solo 2 litri).
Se puoi, poi, evita di lavare i piatti a mano, consumeresti ogni volta 100 litri, rispetto ai 14 di una lavastoviglie classe A a pieno carico. Se adoperi gli elettrodomestici a pieno carico, inoltre, non solo risparmi acqua, ma anche elettricità! Le soluzioni sono alla portata di tutti, basta solo farle diventare realtà!

 

 

Send this to a friend