Se il melone lo scegli tu

Lifestyle
maggio 20, 2017

A giugno non ci sono solo ciliegie. Se non le trovate o se le vendono a prezzi astronomici, lasciate perdere e preferite il melone, dato che questo è il mese giusto.

Dalla buccia liscia o a rete, deve essere pesante e sodo. Per accertarvi che sia buono da mangiare, provate a fare una leggera pressione con un dito sulla calotta opposta al gambo. Se cede appena un po’, potete essere sicuri che il frutto è maturo e dolce. La stessa cosa vale per il melone oblungo (detto anche melone di Brindisi), giallo di fuori e dalla polpa bianca e zuccherina.

Quanto all’anguria o cocomero o melone d’acqua, che gli anglosassoni chiamano watermellon, la prova si fa accostandolo all’orecchio e picchiando con le nocche delle dita la sua pancia tonda. Se il rumore che se ne ricava è profondo e sonoro, vuol dire che il frutto è maturo. Che sia anche bello rosso, è difficile garantirlo.

Come diceva una celebre canzonetta napoletana di Carosone: …si ‘o mellone è asciuto bianco, mo’ co’ chi t’a vuoi piglia’…

 

Send this to a friend