Come fare un buon caffè: 5 trucchi indispensabili!

hot-black-coffee

Siete veri amanti del caffè? Quanti ne bevete al giorno? Sapreste dire quanto spendete per questa bevanda e soprattutto se conoscete i preziosi segreti per prepararla al meglio?

Beh, per prima cosa, ecco un piccolo aiuto per quanto riguarda il costo.In media, il caffè preparato a casa con la moka costa solo 8 centesimi, ma il prezzo sale se si usano le macchinette da caffè (quelle con il caffè in polvere, 13 centesimi, con le cialde 23 centesimi, mentre con le capsule si sale a 33 centesimi). Il costo lievita, inutile dirlo, se il caffè si gusta al bar: si va dai 90 centesimi a 1,20 euro.

Un altro dato importante: il livello di caffeina massimo accettabile per una persona adulta è di 400 mg al giorno, che corrispondono a circa 3-4 caffè.

Per quanto riguarda invece la qualità, molto dipende dalla miscela scelta, che deve essere adatta per la moka. C’è chi preferisce le miscele più dolci e con un filo di acidità, come quelle che arrivano da Messico, Guatemala (dall’aroma leggermente vanigliato), Costarica, Colombia. Altri prediligono la miscela forte e corposa composta dall’80% di arabica e dal 20% di robusta, con caffé etiopi e indiani. Se si è amanti del caffè molto forte, invece, basta aumentare la percentuale di robusta (60%).

Poi, piccoli accorgimenti migliorano indiscutibilmente il vostro caffè in quanto a gusto, corposità e aroma. Vediamoli: 

  1. L’acqua: non va trascurata la qualità, se quella del rubinetto contiene troppo calcare o cloro, optate per quella in bottiglia. La quantità deve essere esatta, quindi riempite la moka fino alla tacca indicata, oppure fino a metà della valvola di sfogo. Usate acqua fredda. 
  2. Il caffè: fatelo scendere a pioggia nel filtro, formando un cono con la punta alta, poi livellatelo, picchiettando il bordo della caffettiera, e soprattutto non pressatelo e non picchiettatelo. 
  3. Il fuoco: sul fornello, la fiamma non deve mai superare la base della caffettiera e deve essere sempre costante. Spegnete solo quando termina la fuoriuscita del caffè, che dovrebbe essere sempre regolare.  
  4. Il trucco: quando il caffè è ancora nella moka, mescolatelo con un cucchiaino, eviterete che in alcune tazzine vada la parte più densa e in altre quella più liquida. 
  5. Il lavaggio: lavate la moka sempre a mano con acqua bollente, senza detersivo, pulendo bene il filtro superiore e la guarnizione, anche internamente. 

E… buon caffè!!

Se ti va, lascia direttamente un commento con il tuo profilo Facebook