Se lo sport diventa un alleato

speed-walking

“Ho piccoli dolori alle articolazioni…” , “Mi fanno male le ginocchia…”, “Mi stanco a portare i sacchetti della spesa…”.

Quante volte abbiamo sentito frasi simili e quante volte noi stessi le abbiamo pronunciate. Possibile che non ci sia un rimedio per questi fastidiosi inconvenienti? Il rimedio c’è ed è semplice, facile e finanche divertente: si chiama sport. Sport leggero, si capisce, che tutti possono praticare. Sì allo yoga, al pilates, alle camminate, al nuoto, all’acquagym, tanto per citarne alcuni.

L’importante è praticare l’attività fisica con metodo e costanza, perché questo tipo di sport è in grado di rinforzare la muscolatura e ha benefiche ripercussioni sulle articolazioni. Fare nuoto o anche acquagym in piscina, per esempio, è meno faticoso perché l’acqua aiuta le articolazioni a sostenere il peso del corpo. E procurarsi una muscolatura addominale forte e sana significa proteggere la colonna vertebrale ed evitare il mal di schiena, come se si disponesse di un busto naturale.

Anche il cosiddetto “speedy-walking” o camminata sostenuta è facilissimo e piacevole da praticare. Basta dotarsi di un paio di scarpe adatte e di due racchette apposite, e cominciare con 15 minuti al giorno per qualche giorno, poi mezz’ora, per arrivare a percorrere ogni giorno in un’ora 5-6 chilometri, possibilmente con piccole salite e discese. Brucerete calorie, gambe e braccia si rinforzeranno e vi sentirete in piena forma.

Una piccola indicazione: in un’ora di nuoto si bruciano dalle 600 alle 1200 calorie circa, a seconda del proprio peso corporeo, con un’ora di speedy walking dalle 200 alle 450 calorie circa.

Se ti va, lascia direttamente un commento con il tuo profilo Facebook